giovedì, giugno 22, 2006

Gli uomini vengono da Marte e le donne vengono da Venere: milionesima puntata.

Ieri mi stavo radendo (finalmente), la mia mente rilassata e intorpidita come solo la mente di un uomo che si rade può esserlo vagava da un pensiero all'altro senza soffermarsi su nessuno in particolare. All'improvviso una manovra azzardata della lametta nei pressi del mento mi procurò un taglietto e nulla fù più come prima. La mia mente fù inondata di immagini, in rapida sequenza: un punto di luce nell'oscurità,nubi di gas che si scontrano nello spazio profondo, tempeste meteoriche, composti organici che si formano nel brodo primordiale, la mitosi, il primo organismo che si avventura fuori dall'oceano e così via, sempre più veloci fino a quando tutto fu più chiaro. Le mie pupille si contrassero. L'illuminazione. Wow...avevo la verita in mano, una panoramica del tutto: L'M-teoria del rapporto uomo donna.

Come avevo fatto a non pensarci prima, tutto quadra, tutto ritorna. Dunque, sarò il più chiaro possibile. Sicuramente vi sarà capitato nella vostra vita di sentire un qualunque esemplare femmina di homo sapiens lamentarsi del fatto che tutti i ragazzi carini e perbene siano già fidanzati, e di non trovare un maschio single che soddisfi quelle caratteristiche neanche a pagarlo. Vi è capitato? penso proprio di sì, è quasi un luogo comune senza il quale si sarebbero costruite intere serie televisive come Sex and the City o Ally McBeal. Noi uomini, tutte le volte che le nostre amiche accennano a questo argomento, tendiamo ad alzare il volume del nostro walkman se ne abbiamo uno e a simulare la nostra morte se non l'abbiamo. Ci è sempre venuto da pensare che in fondo fossero lamentele vacue, fatte tanto per fare da persone troppo difficili da accontentare.

Però....pensiamoci bene. Insomma , le ragazze che lo dicono sono molte, tante...troppe, per non far sorgere il sospetto che ci sia qualcosa di più che una semplice sega mentale. Insomma la teoria della psicosi andrebbe bene se a comportarsi così, fosse un'esigua minoranza di donne, ma quì stiamo parlando, come minimo, dell'80% del genere femminile. Non è realistico, a meno che non siano tutte pilotate da una Super Mente collettiva come i Borg (il chè, in effetti, non è da escludere: arrenditi o sarai assimilato, sposaci!). Ok, torniamo a noi: qualcosa di vero sotto sotto ci deve pur essere...no? Anche a me, da quando sono fidanzato capita che le ragazze mi trovino più "attraente"( nei limiti, ovviamente, visto che non sono Brad Pitt, anzi sono un milione di anni luce lontano dal meno attraente degli attori di hollywood), perchè? Quando ero single non mi capitava.Ed è che arriva la mia infinita sapienza ad illuminare le vostre menti offuscate: ciò di cui si lamentano le donne single di tutto il mondo è vero! I ragazzicarini e perbene sono sempre già occupati, mentre gli altri, al meglio sono degli sfigati. Il segreto sta tutto nel modo distorto in cui le donne vedono il mondo. In effetti, un ragazzo fidanzato è più spontaneo, rilassato. Non parla con una ragazza con l'intenzione di farsela, perchè una ragazza ce l'ha, e se anche volesse farci sesso sa che in caso di fallimento può sempre tornare(ipocritamente) dalla sua donna a farsi coccolare. Non è più quella bestia infoiata strafatta di testosterone e imbranata che è l'uomo single medio, e tutto questo agli occhi di una donna si trasforma in sex appeal!

Certo, ci sono anche uomini che paiono sicurissimi di se anche se non hanno una fidanzata da cui tornare, come si spiega? semplice, difficilmente a questo dipo di uomo importa qualcosa della ragazza con cui ci sta provando, sesso senza amore, insomma.Questo potrebbe spiegare anche perchè le stesse ragazze che si lamentano di essere atratte solo da ragazzi che si rivelano essere fidanzati, sono solitamente anche le stesse che si lamentano di essere atratte dalle canaglie ( "...ma io lo cambierò" vi è mai capitato?). Purtroppo i ragazzi a cui importa veramente di una ragazza, hanno anche tanta paura di sbagliare, di conseguenza tendono a sembare insicuri, ma sono poche le persone disposte ad andare oltre le apparenze, sono poche tra i maschi e sono poche tra le fammine, ma ci sono? chi sono? ma quelle che si sono messe con noi, ovviamente!:-D

5 Comments:

At giugno 25, 2006 3:15 AM, Anonymous loyol said...

Ma sei sicuro di esserti tagliato sul mento e non in zona giugulare, confondendo la tua nuova visione del genere femminile con una mancanza di ossigeno dovuto ad un lento ma inesorabile dissanguamento da cui ti sei salvato grazie all'intervento della tua ragazza che poi hai rimosso??? ^_^ ehehehehehehehehe
Le ragazze si lamentano sempre e comunque perchè è genetico...specie le single!!!Lasciando da parte i luoghi comuni credo che anche i maschi single facciano le stesse lamentele e il problema sia comune a tutti... Certo è anche vero (per quanto riguarda la ragazze) che noi maschietti facciamo poco per cambiare la situazione, influenzati forse da tutti questi modelli da super-macho televisivi che pensiamo facciano davvero colpo!! Credo che la teoria "i migliori sono occupati-gli altri sono cessi e/o allupati" si vecchia,superata e adattabile anche da un punto di vista maschile...certo non è facile trovare "la persona giusta" ma credo che si abbia una sorta di ansia nella ricerca di tale persona, caricando di aspettative esagerate la prima fase del rapporto: il conoscersi...
Ci si aspetta di ritrovare nell'altro tutto ciò che abbiamo idealizzato, rimanendo il più delle volte delusi...
l'insicurezza viene dal fatto che ci sforziamo di essere ciò che non siamo, di apparire per forza brillanti, carini e simpatici risultando spesso il contrario..e la sicurezza non è sinonimo di "sono troppo figo e ora ci provo anche se non me ne frega nulla!", ma di "ecco, sono come mi vedi!".
Certo tutto ciò non è sempre vero e succede anche quello che dici tu, ma davvero, mi rifiuto di pensare che tutti i ragazzi in circolazione siano dei cani rabbiosi assatanati di sesso!!!
Scusa se mi sono dilungato!!!!! ^_^

 
At giugno 26, 2006 3:17 AM, Anonymous Anonimo said...

Sfatiamo il mito.Le donne non sono attratte dalla canaglia solo che è molto facile incontrare un finto bravo ragazzo che dopo i tempi della conquista si rivela essere bastardo dentro per cui forse alla fine ci si avventura nel bastardo fuori che non riserva troppe sorprese perchè è così come appare e se ci si innamora di quello difficilmente si incita il cambiamento che porterebbe alla affermazione ma prima non eri così...Il fidanzato penso sia attraente per le folli è così piacevole frequentare i fidanzati delle amiche prorpio perchè non v'è complicazione di sorta e si può essere spontanee come con un'amicao come con un amico fraterno che definisco assessuato..senza implicazione di attrazioni o passione travolgente..Se mai dovesse capitare penso forse ingenuamente che dietro cii sia la non conoscenza dei fatti o una sorta di rara alchimia...

 
At giugno 26, 2006 10:03 AM, Blogger Maneki Neko said...

x loyol, beh, hai ragione, ho un po' esagerato, in effetti non volevo far apparire i ragazzi come degli allupati sessuomani. Il ragionamento che volevo fare era un po'+sottile.

"l'insicurezza viene dal fatto che ci sforziamo di essere ciò che non siamo, di apparire per forza brillanti, carini e simpatici risultando spesso il contrario..e la sicurezza non è sinonimo di "sono troppo figo e ora ci provo anche se non me ne frega nulla!", ma di "ecco, sono come mi vedi!"."

penso che questo sia valido solo in alcuni casi, e cioè con ragazze che conosci per la prima volta e per le quali non hai una particolare attrazione. Penso che quando si abbia a che fare non con un'esemplare fammina qualunque, ma con "LA RAGAZZA" che ti piace, quella di cui ti sei perdutamente innamorato ma che non sai se ricambi il tuo sentimento, si può adattare il mio ragionamento! Quando teniamo a qualcosa, la nostra paura di perderla a causa di nostri errori è maggiore e di conseguenza aumenta anche l'insicurezza.Certo, tutti siamo capaci di essetre noi stessi quando conosciamo una ragazza per la prima volta è non abbiamo grandi aspettative, e se riusciamo a piacerle, tanto meglio. Quando però siamo veramente innamorati sia quasi inevitabile essere insicuri e magari un po' imbranati (quante volte è successo di aver avuto una conversazione con qualcuno che ci piace da morire e poi, magari, sulla via di casa, abbiamo ripassato a mente ogni parola con la paura di aver detto qualcosa di sbagliato, o è capitato solo a me?).

"Credo che la teoria "i migliori sono occupati-gli altri sono cessi e/o allupati" si vecchia,superata e adattabile anche da un punto di vista maschile..."

è vero, è quasi un luogo comune...è anche vero, però, che molte donne apprezzano un certo distacco, che interpretano come sicurezza, da parte degli uomini. Magari non sanno che quest'uomo è sposato o fidanzato, ma ne apprezzano i modi che non sono quelli di uno che ci sta provando!

Invece penso che per i maschi sia diverso, quandio si lamentano che le migliori sono sempre occupate credo che con "migliori" si riferiscano soprattutto alle più belle(lo dico senza nessun giudizio negativo). Per le ragazze è una questione più psicologica (a volte, non voglio fare di tutta l'erba un fascio. Sono pochi i ragazzi che aprezzano il distacco in una donna nello stesso modo in cui le donne lo aprezzano in un uomo.
Sero di aver chiarito meglio la mia posizione, ciauz!

 
At giugno 26, 2006 10:17 AM, Blogger Maneki Neko said...

x anonimo(identificato dal sottoscritto con l'88% si sicurezza;-D)

"Sfatiamo il mito.Le donne non sono attratte dalla canaglia"

Anche questo è un quasi luogo comune, molto più corretto sarebbe dire che molte ragazze sono attratte dai ragazzi sicuri di sè che non identificano subito come canaglia o come fidanzato, a volte neanche lo sanno! Queste due categorie, il fidanzato e la canaglia, garantiscono quel distacco, interpretato, come ho già detto, come sicurezza che a molte donne piace tantissimo e che magari, glia altri ragazzi non riescono a garantire sia per motivi "ormonali" sia "sentimentali". Ovviamente, poi, quando si incontra la persona giusta, imbranataggine e giudizi esteriori svaniscono, ma resta il fatto che certi atteggiamenti piacciono, a prescindere dal coinvolgimento! Ciauz;D

 
At giugno 26, 2006 12:03 PM, Anonymous Anonimo said...

Mah...non penso sia la sicurezza ad attrarre è solo che talvolta la categoria timidi (a me molto cara) può aspettare fino alle calende greche prima di riuscire a comunicare ciò che si vorrebbe...non è la sicurezza ad attrarre è vero però che penso scarseggi quell'impeto che porta a lasciar perdere le paure ed a rischiare...comunque continuo anche a sostenere che non piaccia realmente il ragazzo ritroso ma purtroppo non si sceglie da chi essere attratti lo si è e basta e talvolta capita come capita di venir travolti dalla passione per un simpaticone pieno d'entusiasmo...i sentimenti non si governano... potendo scegliere con la testa e non col cuore tutto cambierebbe...ma il calcolo non fa parte dell'amore...sarò una delle poche sopravvissute ma la penso ancora così...L'alchimia si crea e basta con chi non ci è dato di scegliere...Inoltre non credo affatto che le persone straordinarie siano tutte impegnate altro luogo comune è stracolmo di ragazzi e ragazze splendidi che non si sono ancora incontrati o che semplicemente stanno bene in quella che i "fidanzati" chiamano solitudine ma il più delle volte sono molto meno soli di coloro che credono di non esserlo ma lo sono...tutto è relativo...

 

Posta un commento

<< Home